Più Servizi ha reso noto il calcolo dell'elemento economico provvisorio previsto dall'art 73 del CCNL SAFI scaduto il 31 dicembre 2015 e non ancora rinnovato. 
L'Associazione Nazionale Imprese Servizi Integrati precisa, inoltre, che nei casi in cui vi siano accordi di armonizzazione economica con ad personam assorbibili, l'importo IPCA è da considerarsi come elemento detraibile da quanto stabilito.

Cos'è il CCNL SAFI

Il CCNL SAFI è il Contratto Collettivo Nazionale per il personale dipendente da Imprese Esercenti Servizi Ausiliari, Fiduciari e Integrati resi alle Imprese Pubbliche e Private (S.A.F.I.). Questo contratto è stato siglato da Più Servizi, Anisi e ANIVP Servizi Integrati (federate Federsicurezza) con Uiltucs-UIL. 
Il contratto prevede al 5° livello un accesso retributivo di ingresso pari a 935 euro mensili lorde, a fronte delle 1.070 previste dalla tabella retribuzioni. Con il CCNL SAFI le nuove assunzioni, effettuate dopo la decorrenza dell’accordo, rientrano nelle nuove disposizioni salariali precedentemente esposte per 2 anni dall’assunzione stessa, al termine della quale automaticamente si accede alla retribuzione prevista alla voce tabellare attuale.

Torna all'elenco delle news